Home Articoli Forum Galleria Altro Altro Contatti
Cerca per parola chiave
 

Ci sono 33 persone collegate

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Titolo
articoli (196)
articolo (2)
Blog (1)
IROSO LUIGI (1)
Libri (3)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Attendo con ansia gl...
06/01/2012 @ 16:25:43
Di Anonimo
Che bella proiezione...
04/01/2012 @ 15:36:00
Di Anonimo
Che bello! Avere le ...
28/12/2011 @ 19:11:31
Di Anonimo

Titolo
Presentazioni (4)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!

Titolo
Listening
Musica...

Reading
Libri...

Watching
Film...


Titolo




28/10/2020 @ 18:13:30
script eseguito in 58 ms



\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 18/05/2010 @ 20:29:48, in articoli, linkato 460 volte)
Aprile 1594..... A noi è stato presentato memoriale del tenore seguente: L'Università e gli uomini di Ottajano fanno intendere a V. S. I. come spesso vengono in detta terra diverse sorte di commissari, barricelli, algozini e esecutori e precise di questi che attendono alla persecuzione dei fuoriusciti vogliono il vitto senza pagamento e quando .... comandano infinito numero di gente bagaglie fandosi diverse estorsioni con e non si contentano delle case ... e taverne che sono in detta terra, pertanto supplicano V.S. resti servita concedersi patente sopra di ciò non siano molestati ...... Noi inteso il tenore del preinserto memoriale ....... che occorrendo andare essi o alcuni di essi in detta terra di Ottajano, ancorché li sopraggiungesse la notte, non debbano in modo alcuno alloggiare ma debbano andare nelle taverne di detta terra di Ottajano e non essendoci taverne debbano andare nelle taverne convicine nelle quali con loro denari potranno essere facilmente .... tutto quello che sarà necessario atteso così con la presente ordiniamo alla Università e uomini di detta terra che non debbono alloggiare in essa li predetti né dargli cosa nessuna sotto qualsivoglia colore e i predetti non li diano molestia ...............
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 18/05/2010 @ 19:22:54, in Articoli , linkato 485 volte)
30 giugno 1579...... In primis perché la paglia che pervene in detta regia cavallerizza e così quella che si suole dare ai regi ufficiali si suole esigere dai massari dei casali di questa città di Napoli secondo dei detti massari e secondo il numero delle para di buoi che tengono alle masserie iuxta la detta nota della scrivania di ragione e poiché il detto numero può aumentare e diminuire secondo i tempi e occorrenzie siamo di parere si ordinasse all'ufficiale dello scrivano di ragione che assiste in detta regia cavallerizza che in ciascun anno per tutta la metà di marzo scriva ai camerlinghi di detti casali quali godeno la franchigia di loro persone e bovi per detta servizio che per tutto il venti del detto mese di marzo ciascuno di essi porti fedi vere integre sottoscritte de loro mani e dai sindaci di detti casali sapendo scrivere e in caso capitani per mano ... per la quale fede si dichiari il numero dei massari e bovi aratorii ciascuno dei detti casali distinti e particolari e della quantià della paglia che dovranno .... dette fedi ..... ufficiale dello scrivano di ragione debba in ciascun anno cavare due liste sottoscritte di sua mano di ciascun casale delle paglie si avranno da esigere da chi che quantità .....delle quali liste sottoscritte .... una resti in potere del detto montiero per fare la esazione e un'altra debba inviare al .... acciò che con quella si possa domandare il debito conto al detto montiero avvertendo che nelle fedi si faranno per detti camerlenghi si debba dare ragione della differenza che ....tra la ... lista data per la scrivania di razione e quella che si darà per essi camerlenghi acciò si sappia la ragione dell'aumento o diminuzione che ci fosse e questa diligenza si avrà da fare per il presente anno .... perché negli anni seguenti ... si avrà da notare la cedola differente ... che si ... e quella dell'anno precedente. Item distribuite dette liste.... ufficiale dello scrivano di razione e montiero daranno ordine ai detti camerlinghi che per tutta la metà di giugno seguente di ciascun anno che in detta cavallerizza ritornino i puledri... condurre la metà della paglia di orgio ... per detti puledri e da allora in poi per tutto il detto mese di giugno la integra restante quantità di detta paglia di orgio che sarà necessaria per detta cavallerizza e per tutto il mese di settembre di ciascun anno la integra quantità che ciascun casale dovrà in paglia di grano. Item che dal montiero con intervento del detto ufficiale di scrivania di razione abbia da esigere e percipere detta paglia di orgio come di grano con formali liste .... e da quella fare consegnare ai suddetti ufficiali quella quantità che a ciascun deve dare... della scrivania di ragione che ... in ciascun anno e il resto debba fare pervenire in la detta cavallerizza per ordine di quella. Item che detto numero fatto libero lucido e claro di tutta la paglia che confacente a dette liste riceverà notando con quello per nomi e cognomi quelli che le daranno casale per casale per via di introito e per via di esito particolare....
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 18/05/2010 @ 17:41:42, in articoli, linkato 521 volte)
4 marzo 1868. Art. 1°. Nell'edificio del soppresso convento dei Rev. Padri di San Francesco ora di proprietà del Municipio di San Gennaro sarà fondato un asilo per fanciulli orfani e poveri con i mezzi che saranno in seguito indicati. 2°. Lo scopo della fondazione è quello di ricoverare fanciulli orfani e poveri di sesso maschile ed istruirli in qualche arte o mestiere, oltre ai necessari insegnamenti di religione o di morale ed alle cognizioni elementari delle lettere, dell'aritmetica, della geografia e del disegno lineare. Art. 3°. L'ammissione è gratuita. Vi saranno ammessi solo i naturali del Municipio dell'età di anni quattro a dieci di comprovata povertà. Art. 4°. Il numero non potrà oltrepassare i quattro nell'apertura dell'asilo, ma in prosiguo potrà estendersi fino a venti. Saranno ricevuti a preferenza gli orfani di amendue i genitori, indi quelli di uno solo. Qualora manchino gli orfani veramente poveri, potranno ammettersi i figli dei genitori viventi purché poveri, preferendosi quelli i cui genitori o uno solo siano affetti di malattia cronica che impedisca favoro proficuo. Art. 5°. Non saranno ricevuti gli affetti di malattia schifosa o contagiosa per lo che vi sarà apposita visita sanitaria anche per assodare se siano stati inoculati dal pus vaccinico.... Art. 12°. Le arti da apprendersi saranno quelle del calzolaio, del sartore, del falegname e del fabbro. In progresso potrà stabilirsi anche la musica e la pittura. Art. 15°. L'asilo avrà un Direttore, ed un Segretario nominandi dal Consiglio Comunale, la carica del Direttore sarà onorifica e quinquennale .... Aert. 17°. Tutti i bilanci e l'amministrazione saranno proposti dalla Deputazione ed approvati dal Consiglio Comunale. F.to La Giunta:Santolo Buonaiuto, Michele Tuccillo, Carlo Carbone sindaco, Domenico Ammendola.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
L'anno 1896 il 2 novembre in San Giuseppe Vesuviano e nel solito locale, in seguito a determinazione del presidente, convocatasi l'amministrazione di questa col mezzo degli avvisi scritti, recanti gli oggetti della convocazione, recapitati tali avvisi nel giorno 27 ottobre dal messo comunale, come egli ha riferito, sono intervenuti i signori Pesce Raffaele, presidente, Cola Angelo, membro, Ferraro Luigi, membro, assistiti dal sottoscritto segretario, e così in numero di tre dei tre componenti l'amministrazione medesima hanno svolto il seguente ordine del giorno, proposto dal presidente Raffaele Pesce. Pervenuta a questa amministrazione domanda del parroco di San Giuseppe, con la quale espone lo stato attuale in cui è ridotta la parrocchiale chiesa e chiede il permesso di poterne costruire altra nello stesso sito che sia sotto ogni rapporto più consentanea et adatta allo esercizio del culto e si confaccia ai bisogni della popolazione.....Visto che l'ingegnere Foschini ha presentato il disegno del novello tempio gratuitamente e ha promesso dirigere ogni lavoro senza compenso veruno... Visto che il rev. parroco ha dimostrato per fatto l'incessante desiderio di avere una novella chiesa per poter vedere congregati tuttii fedeli ad eseguire gli atti religiosi e cristiani senza impedimento di sorta e togliere ed evitare ogni sconvenienza potesse aver luogo per la ristrettezza ed angustia dell'attuale chiesa. Propone al consesso, cui egli nella qualità di presidente si appartiene di accogliere la domanda del parroco con le condizioni qui appresso enunciate: 1° La costruzione del novello tempio rispetto alla amministrazione non dovrà menomamente apportare innovazione di sorta alle tavole fondamentali dello statuto della parrocchiale amministrazione, rimanendo integre e salde. 2°. Si dovranno sotto ogni rapporto riconoscere e rispettaare nella costruzione del nuovo tempio tutte le deliberazioni emesse dagli amministratori pro tempore ed ogni loro operato a contare dall'epoca delal fondazione dello statuto ..... 3°. Riconoscere e rispettare il sacrestano maggiore nominato dagli amministratori con deliberazione debitamente approvata il quale eserciti e sviluppi in detta chiesa parrocchiale quel jus padronato che compete agli amministratori a base delle tavole di fondazione di un tale Istituto... 4°. Infine qualunque offerta, donativo ed elemosina si possa corrispondere dai fedeli è di detta chiesa e di conseguenza di pieno diritto degli amministratori i quali la invertiranno a quello scopo per la quale è stato dai fedeli data. IL CONSESSO.... accoglie a così fatta maniera la domanda del parroco pro tempore sig. Prisco di Prisco.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 08/05/2010 @ 16:58:49, in articolo, linkato 624 volte)
La visita pastorale, effettuata, il 17 agosto 1542, nella chiesa di Panecocolo, denominata Santa Maria dell'Arco, riscontra che il Santissimo Sacramento è conservato in una cassa di legno. Subito viene ordinato al cappellano, Leonardo Marigliano, di farne una di marmo sotto pena della scomunica. Nella stessa chiesa vi sono tre cappelle: una dedicata a Sant'Antonio e San Giovanni Evangelista, ove viene celebrata una messa ogni settimana; un'altra a Santa Maria dell'Ascensione, una terza fatta costruire dal notaio Antonio Maiono.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 01/05/2010 @ 13:09:43, in articoli, linkato 430 volte)
Gli inizi della chiesa di Madonna dell’Arco vanno ricercati nell’antica cappella abbandonata, ove era affrescata l’immagine della Vergine Maria. Essa divenne centro dell’attenzione generale del tempo in seguito a molti miracoli avvenuti in loco, per cui il papa Clemente VIII, al fine di dotare il luogo pio di un buon amministratore spirituale e temporale, data la continua richiesta di assistenza religiosa e di controllo delle numerose offerte provenienti dai fedeli sempre più crescenti, vi mandò, nel settembre 1592, per mezzo della Congregazione dei Vescovi e Regolari, padre Giovanni Leonardi della Congregazione della Beata Vergine di Lucca. Costui, giunto colà con altri sacerdoti, si immerse con indomita esattezza nel compito affidatogli dal sommo pontefice, obbedendo ciecamente agli ordini del cardinale di Sans, Nicolò di Pelve e del cardinale Alessandrino, al secolo Michele Bonello, ambedue capi della congregazione dei Vescovi e Regolari. Di lì a poco, al’inizio del 1593, egli diede inizio alla costruzione della chiesa secondo il modello e il disegno della chiesa di Santa Caterina a Formello. A fronte della fiumana dei fedeli, provenienti non solo da tutto l’hinterland napoletano, e delle immani entrate economiche, il pontefice, volendo dotare la chiesa di un governo stabile e duraturo, deliberò di affidarne la direzione ai padri regolari Teatini. Poiché questi rifiutarono l'incarico per motivi inespressi, il pontefice la concesse, nel mese di febbraio 1595, ai padri riformati di San Severo dell’ordine di San Domenico della Congregazione di Santa Caterina da Siena, di cui almeno dodici rappresentanti avrebbero dovuto inverare il piano pontificale. Ma i padri domenicani, avvertendo un notevole disagio sia per il vitto sia per la prosecuzione della costruzione della chiesa nonché del convento, chiesero la diretta amministrazione delle rendite ecclesiastiche. A questo punto scattarono numerose pretese sia da parte di Somma quale città capoluogo sia da parte del casale di Sant’Anastasia, entrambi desiderosi di ricavare qualche beneficio economico dalle rendite ecclesiastiche.....
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1